comunicato mercato scooter 2011 - e-tropolis

Brighter Futuer

Etropolis è il primo marchio italiano 2011 nella mobilità elettrica

Per le aziende italiane impegnate nella mobilità elettrica, il 2011 è stato un anno di studio, necessario per comprendere le dinamiche di un mercato nuovo, nato e cresciuto in un periodo storico minato dalla crisi economica, e da tentativi più o meno velati di tarpare le ali alle tecnologie a zero emissioni. In questo contesto sono emerse alcune realtà particolarmente attive, in grado di strutturare una rete distributiva estesa su tutto il Paese, vincendo la riluttanza di quanti non credevano nella mobilità a batteria, oggi convinti non ci siano altre strade per il futuro oltre all’elettrico. Il risultato? Per la prima volta, se si vogliono conteggiare i numeri della mobilità elettrica non bastano più le dita di una mano. Secondo i dati ANCMA, la tedesca Etropolis, partner europea e distributore di MTL, ha fatto meglio di tutti in Italia quest’anno, superando per prima la soglia delle tre cifre nelle immatricolazioni di scooter elettrici. Si tratta di 125 mezzi (dati aggiornati ad ottobre 2011) regolarmente targati e messi su strada. Non sono di certo cifre da capogiro, ma per chi conosce il settore ci sono pochi dubbi, questi dati parlano di un reale interesse da parte degli italiani per un modello di mobilità nuovo, ancora da scoprire. Ciò vale per il comparto 50 cc (equivalente dei 2000 W nell’elettrico), ma il primato raggiunto da Etropolis regge il confronto anche per le cilindrate maggiori. I dati ANCMA premiano la strategia commerciale del gruppo Etropolis, con sede italiana in provincia di Treviso, basata sulla convinzione che per avere senso, la mobilità elettrica debba essere credibile e accessibile. “Credibile per noi significa offrire prodotti di qualità, tanto da aver trasferito parte del nostro staff di tecnici tedeschi direttamente in filiera produttiva, presso MTL, a monitorare l’assemblaggio e la scelta dei fornitori della componentistica” spiega il General Manager italiano Alessandro Delladio. “L’accessibilità dipende invece dal prezzo di vendita al pubblico, bilanciato attentamente in modo da consentire a tutti l’acquisto di un mezzo elettrico, senza perderci il sonno di notte”. Sebbene la strategia dell’offerta ‘entry level’ (qualità e prezzi accessibili) di Etropolis sia stata confermata anche per il 2012, il gruppo ha già in cantiere nuovi modelli, che saranno proposti nel mercato a primavera, in parte realizzati in un nuovo presidio produttivo in Olanda. “Il 2012 sarà l’anno della mobilità elettrica, ne siamo certi” conclude Delladio, “ci siamo fissati l’obbiettivo di consolidare il primato raggiunto quest’anno, e aggiungere una cifra al numero delle immatricolazioni, superando quota 1000”.

 
 
Hintergrund ITA News Follow us on facebook!